Museo preistorico

Il Museo Preistorico

L'uomo di Pofi

Nel 1959, mentre erano in atto a Pofi ricerche di superficie che avevano consentito il ritrovamento di manufatti dell'età della pietra e poco tempo dopo che l'Istituto Italiano di Paleontologia Umana aveva effettuato saggi di scavo (marzo 1959), al sindaco Fedele fu segnalato che in una cava di "pozzolana" sita in località Colle S. Lucia erano state ritrovate delle ossa di grandi dimensioni.
Fedele visitò il luogo e pregò il proprietario del terreno Giovanni Pompi di recuperare tutte le ossa che venivano alla luce durante i lavori di estrazione e alle figlie di Giovanni, Lucia e Angela, già distinte nella raccolta dei manufatti litici, di tener separati quelli provenienti dallo strato di pozzolana.
Tra agosto e novembre del 1959 furono accumulate diverse ossa che, esaminate da A. C. Blanc e L. Cardini il 13 novembre, portarono al riconoscimento dell'ulna umana fossile.
Per l'importanza della scoperta fu eseguito nel 1961 uno scavo archeologico di circa 40 metri quadrati diretto da L. Cardini, con la partecipazione di M. Taschini, R. Grifoni, M. Fanelli, E. Lissi per la Soprintendenza di Roma I, E. Laguzzi, P. Cassoli, M. Follieri.
Lo scavo nel livello indicato col n° 5, condotto su una superficie di ca 20 metri quadrati, portò alla ulteriore scoperta di un frammento di tibia destra e un frammento di cranio umani associati a resti di Elefante, Cervo, Megacero, Daino, Macaco. Nello stesso strato furono rinvenuti manufatti in selce su scheggia che confermarono le osservazione eseguite durante i lavori di estrazione della "pozzolana". Lo stato di fossilizzazione e i sedimenti aderenti alla tibia trovata durante lo scavo sono identici a quelli osservati sul frammento di ulna raccolto da G. Pompi, a ulteriore conferma della provenienza dei resti umani dal livello 5.
In occasione di questo scavo e di quello effettuato da I. Biddittu e A. G. Segre nel 1976 fu notata la presenza di resti di faune fossili con elefante e cavallo e rari manufatti dal livello 3 e riconosciuti nel livello 5 rari manufatti in lava e su osso che confrontano con quelli del giacimento acheuleano di Fontana Ranuccio ad Anagni, datato K-Ar 458.000 anni.
Considerazioni stratigrafiche e i dati sulla cronologia del vulcano di Pofi, in attesa di nuovi scavi e studi, suggeriscono di indicare per i reperti del livello 5 di Cava Pompi una età compresa tra 350.000 e 400.000 anni. I resti umani di ulna e tibia sono genericamente attribuiti ad Homo heidelbergensis.

Indietro

Piazza municipio 1 03026 Pofi(FR) - Tel. 0775/380013 Fax 0775/381163

comunepofi@pec.it

anagrafecomunepofi@pec.it

Copyright (C) 2017 Comune di Pofi - powered by HelloTel Telecomunicazioni srl



AstroLabWeb Siti Web