Richiedere autorizzazioni o licenze

Servizio attivo

In base al Decreto Legislativo 31 marzo 1998, n. 114, ha operato la riforma del settore del commercio al dettaglio a posto fisso e su aree pubbliche

A chi è rivolto

A tutti i cittadini

Descrizione

I provvedimenti, siano essi autorizzazioni, licenze, ecc., sono personali e non possono essere trasmessi in alcun modo a terzi, ne dar luogo a rappresentanza, salvi i casi espressamente previsti dalla legge.

Come fare

Tutte le domande di licenze o autorizzazioni devono essere indirizzate al Comune su appositi moduli messi a disposizione dall’ufficio e pervenire all’ufficio Comunale per il tramite del protocollo generale del Comune.

Revoca delle autorizzazioni

Le autorizzazioni, le licenze, le iscrizioni devono essere revocate quando nella persona autorizzata vengono a mancare, in tutto o in parte, le condizini alle quali sono subordinate, e possono essere revocate quando sopraggiungono o vengono a risultare circostanze che ne avrebbero imposto o consentito il diniego.

Accertamento dei requisiti soggettivi

L’effettivo possesso dei requisiti soggettivi in capo al richiedente dovrà essere accertato a cura dell’ufficio procedente.

Denuncia di inizio attività e silenzio-assenso

In tutti i casi in cui è consentito dalla normativa in vigore, trova applicazione la disciplina prevista dagli articoli 19 e 20 della Legge 7 agosto 1990, n. 241 e successive modifiche ed integrazioni, in materia di denuncia di inizio attività e di silenzio-assenso.

 

Cosa serve

Ai fini dell’istruttoria le domande devono essere presentate complete di tutti gli allegati previsti dalle vigenti disposizioni e redatti in carta legale. Le domande per ottenere la licenza o l’autorizzazione all’apertura di esercizi pubblici in genere dovranno essere corredate dei seguenti documenti:

  • Planimetria dei locali;
  • attestato frequenza corso
  • Certificato di prevenzione incendi ove prescritto;
  • Marca da bollo per il rilascio dell’autorizzazione.
  • Per le domande dirette ad ottenere la licenza ad eseguire spettacoli ed intrattenimenti, dovrà essere presentato, oltre ai documenti sopra indicati, anche il nulla osta S.I.A.E..

Alle domande per il trasferimento della gestione o della titolarità dell’esercizio, per atto tra vivi o causa di morte ovvero per affittanza, si dovrà allegare, oltre ai documenti richiesti, copia del contratto di cessione dell’azienda, debitamente registrato, o l’atto di successione o l’atto notorio o il contratto di locazione registrato.

Ove la domanda risultasse incompleta o comunque mancante dei prescritti allegati, l’ufficio richiede all’interessato la necessaria integrazione per procedere all’istruttoria.

Distributori di carburanti

Apertura distributore di carburante – Modalità della richiesta

Una domanda, in competente bollo, viene indirizzata al comune e deve contenere la richiesta di rilascio della concessione edilizia e/o della autorizzazione corredata dai dati indicati dall’art.6 del DPR 1269 del 27/10/71, e cioè:

generalità e domicilio del richiedente (se trattasi di società o di ente, del suo legale rappresentante, nonché, per la società, le indicazioni prescritte dall’art.2250, commi primo e secondo, del c.c.)
la località in cui si intende installare l’impianto (essa deve coincidere con le aree destinate a tale scopo dal Piano Regolatore,o in mancanza , la normativa urbanistica vigente)
il nominativo del proprietario del terreno in cui sarà installato l’impianto
i carburanti per la cui distribuzione si chiede la concessione
il numero, per ciascun prodotto, degli apparecchi automatici da installare

la capacità in mc. del serbatoio cui sono collegati i singoli apparecchi automatici
le quantità massime, espresse in mc., di olio lubrificante e di petrolio lampante adulterato destinato ad uso di riscaldamento domestico confezionato nei prescritti fusti o recipienti che il richiedente intende detenere presso l’impianto.

Documentazione da allegare

Certificazione analitica con documentazione redatta da tecnico competente dalla quale risulti la disposizione planimetrica dell’impianto (elaborati in scala 1:100 n° 6 copie)
Atto dal quale risulti che il richiedente ha la disponibilità del terreno nel quale intende installare l’impianto o documento rilasciato dal proprietario del terreno) Ogni documento idoneo a dimostrare che il richiedente è in possesso delle capacità tecnica organizzativa ed economica prescritta
Autocertificazione, corredata da perizia giurata di un tecnico iscritto all’albo, attestanti che la richiesta rispetta le prescrizioni urbanistiche, fiscali e quelle concernenti la sicurezza ambientale e stradale, la tutela dei beni storici ed artistici nonché le norme di indirizzo programmatico della Regione e il rispetto dei criteri, requisiti e caratteristiche delle aree, determinati dal Comune ai sensi dell’art.2 del D.l.gs. 32/98

Cosa si ottiene

L'autorizzazione richiesta

Tempi e scadenze

Il servizio non presenta scadenze

Accedi al servizio

Puoi accedere a questo servizio contattando o recandoti presso l'ufficio competente.

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Contatti

Suap -Sportello Unico per le Attività Produttive

Piazza Municipio, 1, Pofi, 03026, Frosinone, Lazio, Italia

Telefono: 0775380013
Email: socio_ass@comune.pofi.fr.it
Municipio di Pofi
Argomenti:

Pagina aggiornata il 03/04/2024